La mia vita è cambiata da quando sono diventata mamma... Allora mi sono detta: "deve cambiare anche il mio blog!". E questo è quello che ne è saltato fuori!

venerdì 13 luglio 2007

FATE, ELFI ED ESSERI INCANTATI

Ho già citato tra le mie letture preferite la mia grande passione per il genere Fantasy...per me è stata una folgorazione, dovuta alla mia maestra di quinta elementare che vista la mia ingordigia di narrativa, mi consigliò di leggere Le Nebbie di Avaloon...avevo solo undici anni e passai l'estate appollaiata sotto l'ombrellone con quel tomo di quasi quattrocento pagine incollato al naso. Sono stata letteralmente travolta dalla scrittura fluida di Marion Zimmer Bradley che mi ha trascinata in un mondo incantato, sorda ai richiami di mia mamma che insisteva a farmi prendere un po' di sole: io sognavo di essere la Fata Morgana!
Da allora ho continuato a perdermi sui sentieri della magia e di mondi paralleli, come un viandante della tolkeniana Terra di Mezzo. Lo Hobbit, Il Silmarillion, Il signore degli Anelli, La saga di Darkover, mi hanno dato sensazioni pari a quelle di un lungo viaggio in una dimensione dove tutto può accadere, anche parlare con un salice sulle rive di un torrente o vedere un elfo far capolino dietro una quercia.
Con Le Nebbie di Avaloon si è accentuata la mia curiosità verso la mitologia, fino ad allora limitata al mondo mitologico degli antichi Greci. Alle medie, mentre facevo le versioni in prosa dei poemi omerici (e contemporaneamente leggevo La Torcia e piangevo per la sorte della povera Cassandra ed ero convinta che sarei diventata un'ammaestratrice di serpenti), mi dilettavo di mitologia celtica e con mia sorella costretta a fare la sacerdotessa, giocavo a celebrare il rito di Beltane o dei solstizi d'estate e d'inverno! Contemporaneamente, molto prima di Dan Brown, ho subito il fascino di tutto un filone letterario che parla dei misteri di cui è avvolto il Santo Graal...: Il sentiero di Merlino è stato il primo libro che mi ha messa sulle tracce di cavalieri e paladini e mi ha "impegnata" come in una Cerca medievale!

Ma la mia grande passione sono rimaste le fate, gli elfi, gli gnomi e tutti gli abitanti del Piccolo Popolo. A loro e alla mia lungimirante maestra, voglio dedicare questo breve articolo. Ma, anche, spero di toccare, soprattutto grazie alla potenza delle immagini (e queste io le trovo bellissime...le ho trovate su diversi siti fantasy; date un'occhiata ai miei preferiti!) la parte fanciullesca di chi mi leggerà, così da donargli un raggio di luce che aiuti a ritrovare la strada dell'innocenza, di quella condizione beata, in cui anche credere alle favole è più facile!

2 commenti:

lucillo ha detto...

ciao e piacere.... sono lucillo.. un folle folletto di passaggio...
se ti piacciono gli abitanti del piccolo mondo...beh...fai un salto nel mio laboratorio!!!
http://mastrolucillo.splinder.com
ciao

Anonimo ha detto...

accidenti... la lista dei tuoi libri preferiti sembra la mia!! se ti capita vedi di leggere Mondo senza fine (Ken Follet, in pratica il seguito di Pilastri della terra 200 anni dopo, nonostante sia un seguito non mi ha deluso, anzi). se ti consola, anch'io nascondo subito tra gli altri un libro nuovo, così la moglie nn se ne accorge (o fa finta di nn accorgersene!)
ciao, 60gandalf (a proposito di Tolkien)