La mia vita è cambiata da quando sono diventata mamma... Allora mi sono detta: "deve cambiare anche il mio blog!". E questo è quello che ne è saltato fuori!

mercoledì 19 marzo 2008

LA VERGOGNA DEL SILENZIO

Accolgo con enorme piacere l'invito di Isabel Green a scrivere un post sulla tragica situazione che sta vivendo il Tibet in questi giorni.

Se penso al Tibet a me viene in mente la pace, la calma di paesaggi mozzafiato e di un cielo così blu che lo puoi vedere soltanto li. E invece, in queste ultime settimane, in Tibet si è scatenato un inferno di violenza. Ma anche le tragedie hanno un'incubazione, non si manifestano da un giorno all'altro. E per tanto, troppo tempo, il mondo intero è stato inerte ad osservare la sofferenza del popolo tibetano.
Il silenzio può essere davvero prezioso, ma anche vergognoso.
Oggi è sotto gli occhi di tutti la violenta repressione della protesta tibetana, ad opera del governo cinese. È una situazione inaccettabile, sotto qualsiasi punto di vista, per ogni Paese che si dichiari civile e ancor più, è vergognoso il silenzio che per anni ha avvolto la triste condizione dei tibetani, vittime di ogni genere di sopruso da parte della Cina.
Oggi, i manifestanti e i monaci buddisti che chiedono autonomia da un governo che li ha invasi più di cinquant’anni fa, vengono picchiati, torturati e uccisi dall’esercito invasore.
La pulizia etnica e culturale messa in atto con tanta violenza dai comunisti cinesi non ha nulla di diverso dalla pulizia etnica che misero in atto i nazisti. L’uomo non impara dai suoi errori e nemmeno dai suoi orrori.
La cosa però che più mi sconvolge è: perché tutto questo silenzio? Perché non ho ancora visto uno dei tanti centri sociali soliti a bruciar bandiere statunitensi, mettere al rogo qualche bella bandiera cinese? Dove sono anche questa volta i pacifinti e i girotondini con i loro cortei e le loro bandiere arcobaleno? Dov'è la Sgrena? Dov'è Emergency? Dov'è Pecoraro? Dov'è Diliberto?
Queste domande me le ero già poste qualche tempo fa, quando ad essere picchiati, torturati e privati di ogni diritto umano davanti alle televisioni di tutto il mondo erano stati i monaci birmani. E me lo sono chiesta quando il governo italiano si è rifiutato di ricevere il Dalai Lama. Evidentemente Il Dalai Lama è un Nobel per la Pace scomodo.
A me questo levarsi di voci, di “non boicottiamo i Giochi Olimpici di Pechino, in modo da dare alla Cina un esempio di libertà” mi sa tanto di ipocrisia. La Cina sa cos’è la libertà, ma se ne infischia. Come se ne infischia di diritti civili e umani. Come fa qualsiasi dittatura. Senza contare che per i cinesi lo sport non è vissuto con spirito di fratellanza e di libertà, ma come una durissima disciplina.
L’unica cosa ingiusta nel boicottare le Olimpiadi, sarebbe negare un’occasione a tutti quegli atleti che hanno onestamente faticato per anni, per vivere quelle magiche giornate di pacifico confronto sportivo tra
diversi Paesi.

Ecco, quello che pensavo l'ho detto. Forse non tutti condivideranno il mio punto di vista, ma invito chiunque legga questo post a interrompere questo vergognoso silenzio e, qualora lo volesse, a parlare dalle pagine del proprio blog o sito di questa tragedia, che tocca le coscienze di tutti noi.

42 commenti:

Anonimo ha detto...

Solo una cosa:sono d'accordissimo con te sul silenzio riservato a questa tragedia, evidentemente il dio denaro conta (e non solo per la destra)più dei diritti umani.....w la sinistra e la sua ipocrisia!
Scusa lo sfogo Maricri, un bacione e un abbraccio affettuoso ;-)
HOLDEN

Irene ha detto...

Condivido tutto ciò che hai scritto!
Un salutino veloce e un baciotto. ciao

fabio r. ha detto...

le olimpiadi furono create in uno spirito di pace, un tempo in cui cessavano tutte le guerre. niente è più lontano oggi della situazione attuale, come se il business ormai non avesse limiti...
NOn dimentichiamo poi i diritti umani calpestati da sempre in Cina: perchè non si parla più delle centinaia di persone morte nei cantieri delle olimpiadi e del silenzio imposto alle voci fuori dal coro?
Boh, ma che mondo ci siamo meritati??

digito ergo sum ha detto...

Sono un monaco tibetano.

60gandalf ha detto...

le olimpiadi furono assegnate a pechino ufficialmente per motivare la cina sulla strada della democrazia e libertà... oggi si capisce la falsità di tale scelta e il suo esclusivo senso economico.

oggi anche senso politico, alla luce della rinnovata politica espansionistica estera della russia (vedi serbia)... la regione asiatica si avvia a diventare una zona molto calda tra cina, india e russia.

Mat ha detto...

brava maricri, tutto condivisibile!!

purtroppo evidentemente non interessa abbastanza i potenti (non c'è il petrolio...) e la chiesa (ma và???)..

zefirina ha detto...

ci sono troppi interessi economici sotto per boicottare la cina, da qui nasce il silenzio

NIGHTFAIRY ha detto...

Hai ragione, é assurdo..

Un bacione!

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Appoggio in ogni parte il tuo pensiero Maricri e come hai detto tu, non sarebbe male boicottare le olimpiade, con grande dispiacere per gli atleti di sport minori che trovano nelle olimpiadi l'unica occasione della vita per emergere e dare un senso ai tanti sacrifici fatti. E sulla Cina c'è troppa omertà (non si parla mai dei 5.000 morti ogni anno sul lavoro nelle miniere cinesi!!!)
Un caro saluto

Federico ha detto...

Brava nipotina !! Ho postato qualcosa anch'io. Una bacione.

fabio r. ha detto...

posso farti gli auguri, anima bella? buona Pasqua a te ed a tutti gli uomini di buona volontà. Mi sembra che ce ne sia bisogno ovunque..
Baci

MariCri ha detto...

Holden, su troppe trsagedie umane si getta un velo di silenzio che puzza di ipocrisia. in questo nno distinguo tra destra e sinistra, macredo anche che ci siano troppo spesso due pesi e due misure!

Irene, un saluto anche a te carissima e un augurio di buona Pasqua!

Fabio, forse se continuiamo a non voler vedere, questo schifo ce lo vogliamo o peggio è una nostra creatura...

Digito, bentornato! :)

Gandalf, Le Olimpiadi si sono rivelate per la Cina l'ennesima occasione per violare i diritti umani di migliaia di persone che lavorano come schiavi e muoiono ogni giorno in nome del solo dio denaro.

Mat, veramente il Papa qualcosa ha detto, ma il governo cinese si permette anche di tappare la bocca al Papa...

Zefirina, hai ragione, è una questione di interessi economici. io il mio boicottaggio alla Cina l'ho messo in atto, nel mio piccolo: niente prodoti cinesi, anche si si tratta solo di non comprare una maglietta da 3 euro... è una questione di principio.

Nighty, un bacino a te!

Virgilio, già io le Olimpiadi le aspetto con ansia per vedere qualcosa che non sia calcio... sulla schiavitù dei lavoratori cinesi c'è un silenzio altrettanto imbarazzante!

Gianfranco ha detto...

Io credo che si debba imparare dal Dalai Lama...
Non serve a nulla boicottare le olimpiadi...
Molti nn lo ricorderanno, ma è già successo con Mosca e nn servì a nulla.
La Cina non cambierà ora.
Non cambieranno i dirigenti attuali.
Ma i tibetani nn parlano più di indipendenza e di separazione, ma di autonomia locale e dialogando e con pazienza altri dirigenti arriveranno e qlcs cambierà...

Come tutti, anche io in questi giorni pensavo al tibet.
Da alcuni anni tento di visitarlo, ma per un motivo o per l'altro nn ci sono ancora riuscito.
Ho incontrato la comunità tibetana di kathmandu e ho visitato i loro templi...
Pensavo anch'io all'ipocresia che circonda queste vicende, ma nn solo a quella dei governi...anche alla nostra...
Oggi siamo tutti tibetani...
Ieri eravamo Kosovari e prima bosniaci...
Nel settembre del 2001 eravamo tutti un pò americani...
Cosa saremo domani...?

Buona Pasqua.

Gianluca ha detto...

Penso che le olimpiadi si debbano tenere lo stesso a Pechino ma sogno che molti atleti festeggino con un pugno guantato di arancione scandendo FREE TIBET..sarebbe solo un gesto ma forse è dai piccoli gesti che nascono i grandi cambiamenti.
Buona Pasqua

g

trejos-comics ha detto...

... huy que articulo tan serio... que niña tan objetiva... felicitaciones...
un saludo desde la tierra esmeralda!!!
www.trejocomics.blogspot.com

trejos-comics ha detto...

www.trejoscomics.blogspot.com

Ross ha detto...

Passo rapidamente per fare tantissimi auguri di buona Pasqua a te e a tutta la tua famiglia. Un bacione!

ANIA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ANIA ha detto...

Passavo di qui e mi sono fermata un attimo a leggere. Concordo sul tuo pensiero e sul tuo sconforto. Non esiste nè sinistra nè destra in questi momenti. Ci dovrebbe far riflettere la strumentalizzazione che spesso viviamo e questo è forse per oggi il caso per eccellenza, una tragedia che esalta la palese l'incoerenza di chi chi si diverte a bruciare una bandiera americana o a distruggere un MacDonald in un paese in pace non trova neanche una parola per chi muore davvero oppresso da un qualunque colore nel mondo. Per quanto possa essere scomodo dirlo :-E' facile fare i dissidenti o i disubbidienti in italia!-.

Irene ha detto...

Buona Pasqua a te Maricri e alla tua bellissima sorpresina.
Un baciotto ciao
p.s. Sono andata a vedere villa Contarini. Si gira tanto per l'Europa e praticamente fuori della porta di casa mi sono accorta di avere un gioiello. Che affreschi, che architettura... ma la Regione Veneto non si accorge di cosa abbiamo a disposizione??? ciao

lecartedimauri ha detto...

...è tutto molto triste..un augurio graaaandeeeee e grazie!!mi hai inserito sul tuo blog! divertiti a preparare la stanzetta,usa tutta la tua fantasia...ciao,mauri

AndreA ha detto...

Tanti auguri di Buona Pasqua!! :-)

Un abbraccio forte forte.... :-)

A presto!! :-)

BC. Bruno Carioli ha detto...

Grazie per gli auguri che ricambio di cuore.
Quoto il tuo post.
Bruno.

Mat ha detto...

maricri, ti faccio i più sinceri auguri di buona pasqua da estendere a tutte le persone che ami.
un bacino anche al pancino!

TIW ha detto...

D'accordissimo qualsiasi tipo di ideologia non può giustificare quello che nel silenzio sta accadendo in Tibet.
Il boicottaggio delle olimPIADI SAREBBE un gesto eclatante ma forse inutile.Un'idea:
boicottiamo tutto ciò che è cinese facendo attenzione alle etichette dei prodotti.
BUONA PASQUA!

silvio ha detto...

Ciao Maria Cristina. Auguroni di buona Pasqua!
Un abbraccio

Iniquo ha detto...

Un piccolo appunto: le uniche due forze politiche a manifestare davanti all'ambasciata cinese a Roma sono state la Sinistra l'Arcobaleno ed i Radicali; di associazioni ricordo solo Articolo 21, ma sicuramente ce n'erano altre.
Sarebbe utile non usare simili gravi fatti per attaccare chi ci è politicamente avverso, soprattutto quando si basa la propria critica su presupposti falsi (in questo caso la presunta assenza della sinistra).
Boicottare le Olimpiadi sarebbe meno utile che manifestare il proprio dissenso una volta lì, cosa che aiuterebbe anche i cittadini cinesi che non fanno parte dell'oligarchia dominante. Invece si potrebbe benissimo non comprare più i prodotti degli sponsor di questo avvenimento, la cui lista si trova sul sito ufficiale.
Comunque ritengo assurdo ospitare simili manifestazioni in stati autoritari o totalitari, così come in democrazie solo formali che calpestano i diritti umani; purtroppo però questo è solo business e la Cina è la più grande potenza economica e militare del mondo.

Scorpio79 ha detto...

Nulla da aggiungere a quello che hai scritto te...
Ciao MariCri, buona Pasqua a te, marito e pargolo. Scorpio79 (Cavaliere d'Oro sacro protettore dell'ottava Casa dello Zodiaco)

pOpale ha detto...

Ho scritto anche io un poist su questa tragedia .. che è ancor più dolorosa perchè sembra che cominci a passare sotto silenzio. Spero tanto di sbagliarmi-

Buona Pasqua.

OH!RIZZONTI! ha detto...

Concordiamo con tè.
Siamo contro la violenza e per la Pace, ed è inacettabile quello che sta accadendo sotto i nostri occhi.
Buona Pasqua e complimenti al blog.
Peace and Love For Pasqua.
Gli Oh!Rizzonti!

Il Mari ha detto...

Brava Maricri,
sei grande!!!!!
Appoggio in pieno tutto quello che hai scritto. Questo è una conferma che l'informazione in Italia è fortemente condizionata dalla sinistra, capace a bruciare bandiere, fare girotondi, manifestazioni, ecc. solo quando hanno interesse a denigrare i loro "nemici".
Purtroppo, in Italia, la politica si fa denigrando gli avversari e non portando avanti le proprie ideologie.
Un bacio e Buona Pasqua.

Simona ha detto...

non dovevano dare alla Cina la possibilità di organizzare le Olimpiadi. Comunque se c'è tutto questo silenzio è anche perché ormai la Cina ormai è una potenza, ci sono troppi interessi economici in ballo...come al solito. Tantissimi auguri di buona Pasqua, cara Maricri, a te a alla piccola vita che hai in grembo.

The Gates of Dawn ha detto...

Solo adesso viene dato risalto a quella situazione, perchè solo ora gli USA cercano di screditare il nuovo gigante economico che prenderà il suo posto tra qualche anno. E quindi, via con i proclami per i diritti umani in Cina...
I proclami, per quanto mi riguardano, valgono sia per il Tibet, che per l'iraq, che per l'Afghanistan, che per la Bosnia e il Darfur!
Considerato che gli Usa e molte nazioni europee hanno preso parte o comunque avallato le continue violazioni dei diritti umani in tutte quelle parti del mondo, non credo troppo alle loro denunce relative alla situazione dei monaci tibetani.
Se avessero messo in atto quanto affermato riguardo la Cina, non avremmo avuto nessun Iraq, nessun Afghanistan, nessuna Bosnia (perchè li le gravi violazioni dei diritti umani, ci sono state dal momento dell'intervento della NATO).
Insomma, tutto il clamore destato (solo ora, anche se quella situazione dura da anni), è a mio avviso volto a rovinare la credibilità internazionale della Cina...
E allora ok! Critichiamo la Cina. Ma anche gli Usa, l'Italia, l'Inghilterra, la Spagna pre-Zapatero, e tutti gli altri che vogliono "esportare la democrazia"!
Ps: riguardo la chiamata in causa di Diliberto, non mi risulta che svolga ruoli istituzionali, quindi almeno stavolta non gli addosserei responsabilità!

GlitterVictim ha detto...

Buona Pasqua MariCri.

Un abbraccio,
GV

Urd ha detto...

Cavolo davvero...che poi adesso la Birmania non la considera più nessuno (chissà perchè!). RImango anche io sconvolta e mi vergogno di appartenere allo stesso mondo. Bisognerebbe davvero boicottare le olimpiadi!!!>___< Che rabbia!
Scusa, vorrei dire cose più sostanziose, ma non riesco ad esprimere il disgusto che sento.

Ad ogni modo, un bacione grande!E tanti auguri in ritardo, spero lo stesso che la Pasqua sia andata bene...

Urd ;D

Greta ha detto...

Passata bene questa prima Pasqua in "due"? Spero proprio di sì... un bacio, anzi due :)

Carmen ha detto...

ormai sembra che la cosa non faccia più notizia
è tragicamente assurdo
un popolo come dici tu che se ci pensi ricordi la pace ed invece .........

Dolcetto ha detto...

Hai ragione maricri, anche se c'è sotto troppo interesse economico e per questo non salteranno mai le olimpiadi cinesi, ci sono troppi soldi che girano...
Peccato, perchè sarebbe una bella lezione, ma mi dipiacerebbe per gli atleti...

S.B. ha detto...

E' che non dovevano proprio dargliele le olimpiadi.. :-(

Baol ha detto...

Buon inizio di settimana :*

GlitterVictim ha detto...

Ciao Maricri, passavo per un saluto. Tutto bene?

Mat ha detto...

ciao maricri!!

come stai??? e la creatura???

un bacione cara!