La mia vita è cambiata da quando sono diventata mamma... Allora mi sono detta: "deve cambiare anche il mio blog!". E questo è quello che ne è saltato fuori!

sabato 23 agosto 2008

LA NASCITA DI ALESSANDRO

Eccomi qui, in uno dei rari momenti di tregua tra poppate, cambio pannolini e ninne nanne.
Non che mi possa lamentare, dal momento che il mio cucciolo ha da subito rivelato la sua indole pacifica e ha capito che di notte si dorme e di giorno si fa vita sociale. Fin dalla seconda notte ho potuto tirare cinque ore filate di sonno!
La vita da neo-mamma è una cosa stupenda, soprattutto se si ha la fortuna di condividere ogni scoperta, ogni piccolo gesto che entra a far parte del quotidiano, con un meraviglioso neo-papà, che affronta con entusiasmo ogni nuova sfida, dal cambio pannolino al momento del ruttino.
Anche per ringraziare quanti hanno lasciato un saluto di benvenuto o un augurio nel post precedente, ma soprattutto negli scorsi 9 mesi, devo spendere qualche parola per raccontare il percorso che ha portato alla nascita della mia stellina, questo cucciolo che ora, mentre scrivo, è vicino a me nella sua culletta con gli occhioni spalancati che sembrano chiedermi cosa ho da fare tanto rumore su questi tasti. Devo sbrigarmi, prima che mi richiami all'ordine e pretenda la sua razione pre-nanna di latte!

Tutto è cominciato lunedì 11 agosto, con ben 9 giorni di ritardo sulla data presunta per il parto.
Sono andata a fare il monitoraggio di controllo e mi è stato detto che il martedì mattina mi avrebbero ricoverata per indurre il parto.
Tanto per far capire che ci teneva a dire la sua, il bambino ha cominciato a dare avvisaglie la notte intorno alle 2 del mattino, quindi niente ricovero, ma gita in pronto soccorso, dove mi hanno trasferita in reparto, dicendomi che ero in pre-travaglio e le cose sarebbero andate per le lunghe, ma il parto era aperto.
La giornata di martedì è stato un lento trascinarsi di contrazioni regolari, ma non ancora sufficienti ad indurre il teppistello a cominciare la discesa verso il mondo esterno. Martedì notte volevo morire, più che altro per il sonno dopo due notti in bianco solo con brevi sonnellini tra una contrazione e l’altra!
Mercoledì mattina ero disposta anche ad un cesareo purché Alessandro venisse fuori, ma all’Ospedale dell'Angelo di Mestre sono stati bravissimi: non mi hanno nemmeno stimolata con il gel o l’ossitocina, perché si sono resi conto che il bambino era pronto a nascere, ma bisognava rispettare i tempi stabiliti dalla natura. Medici e ostetriche, ma soprattutto l’ostetrico che ha fatto nascere il mio bambino, Berardino, sono stati di un’umanità meravigliosa e mi hanno supportata e confortata anche quando mi veniva da piangere per la stanchezza.
Alle 10 del mattino mi hanno detto che se volevo partorire in acqua, quello era il momento di entrare in vasca. Ancora ringrazio Berardino per aver supportato questa mia idea sul parto in acqua, anzi, di avermi incoraggiata in questa scelta che, per me, era solo una delle tante idee che avevo in merito al parto, non sapendo bene cosa aspettarmi.
Nella vasca mi sono sentita subito meglio e le contrazioni sono diventate più forti, ma la respirazione regolare, il tepore, la sicurezza di essere ben assistita soprattutto la costante presenza di mio marito che mi ha aiutata in ogni fase, faticando non poco a sorreggermi e massaggiarmi la schiena, sono stati gli elementi che mi hanno dato la forza di spingere fuori la bella testina di Alessandro in meno di 2 ore.
Quando mi sono resa conto che il bimbo era fuori, me lo sono immediatamente trovato appoggiato sulla pancia, con ancora il cordone ombelicale che pulsava e lui con gli occhi aperti, guardava spaesato in direzione del mio seno.
Non si riesce a descrivere cosa si prova in quel momento, quando per la prima volta guardi tuo figlio negli occhi. È un momento che rimarrà solo nostro, mio e di Alessandro, per sempre.
Tralascio la descrizione della routine post-parto, dico solo che ero talmente sfinita, ma anche esaltata che non mi sono resa conto dei punti e della debolezza finché non sono tornata in camera e mi sono addormentata come un sasso con il mio bambino vicino. Al risveglio il fenomeno si è subito attaccato alla tetta come un vero leoncino famelico e lì mi sono venuti i lucciconi: non mi capacitavo di avere finalmente in braccio una simile meraviglia… E non prendete in giro il mio orgoglio di mamma!
Siamo tornati a casa sabato mattina dopo una degenza di soli 3 giorni. La pediatra e le infermiere del nido che non finirò mai di ringraziare per quanto sono state disponibili, notte e giorno, ci hanno rassicurati sul fatto che tutto andava bene, anche il calo di peso fisiologico è stato perfettamente nei parametri previsti.
Si parla tanto di favorire il rapporto madre-bambino anche grazie all’allattamento al seno e devo dire che essere supportati fin dal primissimo istante, come è successo a me, è fondamentale, tanto che al momento di uscire dal reparto mi è presa un po’ di insicurezza.
Ma poi sono scesa dalle scale mobili con il mio fagottino in braccio e ho raggiunto Giorgio nel parcheggio che finiva di montare il seggiolino per l’auto e lì ho capito che la vera avventura stava iniziando in quel momento.

Un grazie infinito dal profondo del cuore a: Viviana, Barbara, Lucia, Berardino, tutte le infermiere e le ostetriche, nonché i medici del reparto di maternità dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre, per aver contribuito a rendere la nascita di Alessandro Carlo un’emozione bellissima e dolcissima.

27 commenti:

digito ergo sum ha detto...

Se tu mi vedessi in questo momento, c'ho due lacrimoni che scendono che faccio quasi pena. E sei autorizzata a togliere il quasi.

Mamma mia quanti ricordi... a me sa proprio che Alessandro si è scelto proprio due genitori con la P maiuscola (Proprio due genitori...)

Insomma, è iniziata l'avventura che, tra mille paure e mille mila preoccuapzioni, vi porterà ad essere ciò per cui siete nati.

E sono davvero strafelice per voi. Un abbraccio forte a voi e delicato al cucciolo.

fabio r. ha detto...

augurissimi alla mamma ed al cucciolo !!!

AndreA ha detto...

Questo post sprizza delle fantastiche emozioni, anche se, ovviamente, non le si potrà provare MAI come le hai vissute Tu!

Un abbraccio forte, buona giornata!! :-))))

Ross ha detto...

E' meraviglioso. Il piccolo Alessandro, l'emozione che si sprigiona dalle tue parole, tutto.
In preda alla commozione non posso che farvi un grandissimo abbraccio. Siete una splendida famiglia!

enzorasi ha detto...

Sono felice di vedervi all'inizio di un cammino lungo e complesso: ora la tua vita avrà sensi e dinamiche così diverse da non poterle descrivere. Vivile con tutto l'amore che puoi e siate sereni...la gioia l'avete già fra le braccia. Auguri sincerissimi.

60gandalf ha detto...

e vai!!!! ma guarda cara mammina che le nottate insonni inizieranno tra qualche mese con i primi dentini e la voglia di stare svegli più a lungo!!! ahahahah!!!

ma che dici, essendo nato in acqua c'è caso che lo vedremo in gara tra qualche olimpiade???

un bacione!!!!!

zio gandalf

Mat ha detto...

ma che gioia rientrare nel tuo blog e trovare la liete notizia.
che bello alessandro! ed è pure bravo!
tantissimi auguri al nuov arrivato e ai genitori! :)

GlitterVictim ha detto...

Mi sono emozionata a leggere il racconto della nascita di Alessandro, neanche un mese di vita ed è già una star della blogosphere. ;)

Sono felicissima per te, azi per tutti voi. Un abbraccio e tantissimi auguri.

GV

lecartedimauri ha detto...

Felicissima di tornare e ritrovarti in compagnia....emozione stupenda,riesci a trasmetterla benissimo...baci a voi,Mauri

S.B. ha detto...

Chissà perchè i racconti sui parti mi sentono particolarmente vicino in questi giorni ;-)

MariCri ha detto...

Digito, grazie! le tueparole sono un grande incoraggiamento e credo che anche i tuoi tesori abbiano un papà con la P maiuscola! :)

Fabio, grazie! sai che il cucciolo sta già respirando letteratura? la sera lo allatto aletto mentre leggo!

Andrea, sono emozioni che auguro a chiunque di provare nella vita. è un momento in cui i senti onnipotente! :)

Ross, grazie, anche a nome del piccolino e del suo papà!

Enzo, è proprio vero, quando gurado il mio bimbo, mi rendo conto che la gioia più grande è questo fagotto che dorme tra lemie braccia!

Gandalf, ma sai che essendo nato in acqua proprio il giorno in cui Phelps vinceva la 7 medagli d'oro, magari è un segno del destino? al nido dell'ospedale lo chiamavano il delfino... come potrebbe essere altrimenti per un cucciolo nato in laguna??!

Mat, si, è un tesoro du bimbo, siamo proprio fortunati...anche perchè io sono una pigrona e amo dormire: con Ale vicinoè ancora più bello! :)

Glitter, non diciamo lo troppo forte, altrimenti la piccola star si monta la testa! :P

Mauri, sarà che è l'emozione più forte che abbia mai vissuto, e la voglia di condividerla è tanta! un bacio anche da Alessandro

S.b. ma dopo la splendida Penelope, è in arrivo un'altra cicogna?? se è così augurissimi e tienici aggiornati!

andrea matranga ha detto...

Auguriiiiiiiiiiiiiii è nato il magico alex sono felicissimo.dimmi da 1 a 10 tuo marito e rinco...quanto?? bacio

giulia ha detto...

Tesoro, che emozione leggere questo post! Ti ho pensato spesso quest'estate, ma avevo totalmente sbagliato i tempi e pensavo che Alessandro fosse nato alla fine di luglio!
Ti auguro una splendida felicità!

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Auguri infiniti

I lucciconi li hai fatti venire anche a me leggendo

Ciao, Virgilio

LA CONIGLIA ha detto...

Ho il cuore gonfio di tenerezza...un bacio immenso a voi e al pulcinetto!

Baol ha detto...

MariCri, auguri di vero cuore, torno adesso nella blogosfera ed apprendo la bellissima notizia.
Un abbraccio forte

Irene ha detto...

Maricri è tutto stupendo, Un abbraccio fortissimo a te e alla tua nuova famiglia!

Sturm und Drang ha detto...

tantissime congratulazioni alla neo-mamma (a anche al piccolo Alessandro)!

Sturm und Drang ha detto...

...ah, si capisce, anche al papà!

Scorpio79 ha detto...

Sono felice di sapere che è andato tutto bene. Alessandro ti è costato fatica e dolori, ma penso proprio che ne sia valsa la pena... Ciao Scorpio79

Simona ha detto...

Pure io ho i lucciconi!!!!
che tenera mamma che sarai. un abbraccio a te e al piccolino.

Piggona ha detto...

AUGURI!!!!!!!!!!!!!!!!!1

Radio Pazza ha detto...

Ciao, scambio link?

Bak

ps. radiopazza.blogspot.com number 7 is online

zefirina ha detto...

auguri al piccolo alessandro e anche a te, e anche el neo papà, godetevi qeusti momenti e in bocca al lupo

zefirina ha detto...

p.s. anche il mio alessandro è stato un gran ritardatario... 2 settimane dopo la scadenza è nato!!!

sarà per questo che ancora oggi è un pigrone???

Ross ha detto...

Niente, passavo solo per un bacione a te e al piccolo. ;-)

MariCri ha detto...

Grazie a tutti, di cuore! per i vostri auguri, per il vostro incoraggiamento e per aver condiviso con noi questo momento così speciale! Spero davvero di avervi trasmesso parte della mia, della nostra gioia.
Il piccolo cresce a vista d'occhio, mangia come un lupetto e soprattutto continua a dormire almeno 5 ore filate per notte.
La prossima settimana compirà un mese e questa data andrà certamente commemorata sul blog!
MCri (Alessandro dalla culla, con gorgheggi, fa capire che si unisce alla mamma ai saluti a tutti gli amici blogger!)