La mia vita è cambiata da quando sono diventata mamma... Allora mi sono detta: "deve cambiare anche il mio blog!". E questo è quello che ne è saltato fuori!

giovedì 1 novembre 2007

ATTENZIONE AGLI ARCHITETTI!

Oltre che fare gli avvocati, molti miei amici carissimi hanno deciso di intraprendere la faticosa e, almeno all'inizio, poco remunerativa carriera di architetto, o peggio di designer.
Io ho fatto il liceo artistico e poi il DAMS, quindi dovrei essere abituata alla gente strana e ai cosiddetti alternativi, ma gli architetti riescono sempre a sorprendermi!
La cosa che accomuna questi personaggi strambi (ma loro si definiscono creativi), è l'assoluta mancanza di senso pratico; il non avere MAI in tasca il becco di un quattrino, salvo poi spendere cifre astronomiche per abiti e oggetti inutili, che però rientrano nella categoria del BELLO; il professarsi di sinistra anche se hanno diciotto case di villeggiatura, la barca e vestono secondo i dettami di Vogue; e per finire, la tendenza a fare discorsi astrusi e privi di un filo logico senza nemmeno il bisogno di bere prima un paio di Havana Cola.
Durante un'aperitivo con Max, il mio amico quasi architetto, abbiamo stabilito i punti fondamentali dell'Architetto - pensiero. Leggete e poi ditemi se non siamo i degni eredi di Shopenauer...
Ecco l'elenco:

SICCOME SONO UN ARCHITETTO...

  1. Siccome sono un architetto, le mie idee sono migliori delle tue.
  2. Siccome sono un architetto, ammesso che le tue idee siano buone, le mie sono sicuramente più creative. (Apprezzo il tuo sforzo di considerare altri punti di vista!).
  3. Siccome sono un architetto, tu non capisci un ca**o di pittura, scultura, cinema, teatro... (Parlare con un architetto riduce la mia autostima ai minimi termini!).
  4. Siccome sono un architetto ci ho messo dieci anni a laurearmi, poi due a fare pratica, poi, sai, non è facile aprirsi uno studio... (Insomma, a quarant'anni pensi di cominciare a lavorare?!).
  5. Siccome sono un architetto, se vuoi sapere se la tua casa crollerà devi rivolgerti a me.
  6. Siccome sono un architetto, lo so benissimo se la tua casa crollerà o no, ma mi rivolgo comunque ad un ingegnere. (Grazie, ora sono un po' più tranquilla!).
  7. Siccome sono un architetto, il Guggenheim di New York lo sapevo progettare anch'io, "Lui" è solo arrivato prima! E aggiungo che progettare il Guggenheim di Bilbao è un gioco da ragazzi, farlo è solo questione di culo! (Vero, i soliti raccomandati che fanno carriera...pessimismo e fastidio!).
  8. Siccome sono un architetto: "cosa studi?" - "Architettura a Firenze" - "Daaai, bellissimo!" ...ma poi non me la da'. (Non puoi portare fuori una ragazza e al momento di pagare il conto della pizzeria tirare fuori la solita storia della misera paga del tirocinante!).
  9. Siccome sono un architetto: "cosa studi?" - "Architettura" - "Ah, ma allora sei un creativo!" ... Dio, quanto li odio! (Qui ti do ragione, basta con i luoghi comuni! Io odio chi crede che il DAMS sia un'università per aspiranti veline e tronisti!).
  10. Siccome sono un architetto, all'università ne ho combinate di tutti i colori. (Nel caso specifico, anche al liceo e io sono pronta a testimoniare contro di te, ma non so se mi conviene, perché credo che in qualche occasione fossi coinvolta!).
  11. Siccome sono un architetto, la mia colf è un geometra. (Siccome sei un architetto, i geometri sono i migliori amici dell'uomo!).
  12. Siccome sono un architetto e tu ingegnere, sono più simpatico di te.
  13. Siccome sono un architetto, con gli ingegneri si parla solo a numeri e grafici... possibilmente in bianco e nero. (In effetti nessun ingegnere spenderebbe 5 euro per un pennarello, anche se è un Pantone!).
  14. Siccome sono un architetto, per gli ingegneri il cemento armato è pane quotidiano. (Si, ci manca solo la Nutella!).
  15. Siccome sono un architetto, non sono razzista. (Sono loro che sono ingegneri!).
  16. Siccome sono un architetto, il mio migliore amico è un interior design. (che ca** di lavoro sarebbe?).
  17. Siccome sono un architetto, conosco almeno due lingue e sono stato un anno in Erasmus. (Bravo, adesso comincia a studiare i dialetti degli operai che lavorano in cantiere!).
  18. Siccome sono un architetto, lavoro anche 10 giorni di fila 24 ore su 24, ma poi ho diritto a 37 ore di sonno continuato e un mese e mezzo di vacanza. (Una vita normale no, eh?).
  19. Siccome sono un architetto, quando ne incontro un altro parlo solo di architettura fino a quando fa buio, sono tutti andati via, ho una sete boia e il gestore del locale ci guarda con aria minacciosa.
  20. Siccome sono un architetto, parlo di architettura anche da solo, mi rispondo, mi polemizzo e mi do del postmoderno senza più rivolgermi la parola per una settimana. Ma poi mi rappacifico quando mi leggo un articolo di Bruno Zevi.
  21. Siccome sono un architetto, sono abbonato a Domus, l'Arca, Lotus e Casabella, mentre tu a Brava Casa: si vede che non sei un architetto! (Io leggo anche Donna Moderna, è per questo che ho lasciato Architettura al primo anno!).
  22. Siccome sono un architetto, sono di sinistra. Se poi ho la sfiga d'esser di destra, mi faccio chiamare in un altro modo.
  23. Siccome sono un architetto, spero che i miei figli saranno architetti così risparmio sui disegnatori in studio (Si, come se fossero pagati!).
  24. Siccome sono un architetto, godo a sfruttare gli studentelli con la scusa degli stages. (Tranquillo, purtroppo non è una peculiarità solo degli architetti!).
  25. Siccome sono un architetto, ogni cosa che non ho progettato io ha qualcosa che non va.
  26. Siccome sono un architetto, alla prossima mostra su Kandinsky DEVI venirci con me! (Guarda, tu avvisami per tempo che mi sparo prima una siringa di valium, così il mio sistema nervoso ne esce indenne!).
  27. Siccome sono un architetto, so usare divinamente Minicad, Autocad, Supercad... ma volendo so anche disegnare a mano!
  28. Siccome sono un architetto la mia casa e' più bella della tua. (La mia l'hai disegnata tu, pirla! Dedalo non avrebbe saputo fare di meglio: ogni volta che devo andare da una stanza all'altra mi tocca cimentarmi in un percorso che a "Giochi senza frontiere" gli fa una pippa!).
  29. Siccome sono un architetto quando sbaglio un muro ci pianto davanti dei rampicanti. (Il mio gelsomino ha le dimensioni di una sequoia, mi spieghi che ca**o hai tirato su? Il muro del pianto?).
  30. Siccome sono un architetto so fare le radici quadrate. (Bravo, però io ti suggerivo sempre le risposte di filosofia, storia, biologia...e ti correggevo pure la brutta del tema!).
  31. Siccome sono un architetto mi arredo anche la tenda in campeggio. (Si, ma per montarla hai bisogno di un ingegnere!).
  32. Siccome sono un architetto al posto del cavallo dei pantaloni ho una volta a botte. (E in testa cos'hai? La cupola del Brunelleschi?).
  33. Siccome sono un architetto mi vesto come un travestito anni '70. (A volte risulta imbarazzante andare in giro con uno che si veste come Renato Zero!).
  34. Siccome sono un architetto non disegno strade ma "curo l'arredo urbano". (Mi sa che te giri un po' troppo il mondo, a giudicare da quello che si vede in giro!).
  35. Siccome sono un architetto, le donne mi chiedono sempre consigli sul colore delle scarpe da mettere. Mai su quello della lingerie! (Sai com'è il viola con il giallo e qualche striatura fuxia è un'accostamento un tantino azzardato...).
  36. Siccome sono un architetto, le donne mi si squagliano ai piedi quando scarabocchio qualcosa su un kleenex.
  37. Siccome sono un architetto, passo tutto il giorno a scarabocchiare qualcosa sui kleenex.
  38. Siccome sono un architetto, anticipo sempre i tempi. (Questo riesce anche a me, ad esempio, so che fra un minuto chi è un architetto mi manderà aff***lo!).


Caricatura della professione architettonica dopo l’avvento del computer (in Aia Journal, riportato in B. Zevi, Il linguaggio moderno dell’architettura, Torino, 1973)

32 commenti:

Anonimo ha detto...

siccome sono ingegnere e siccome sono di destra e siccome lavoro nei cantieri... MI METTO LE MANI NEI CAPELLI QUANDO DEVO REALIZZARE QUALCHE COSA CHE HA A CHE FARE CON GLI ARCHITETTI... ma la storiella della mela che cade per terra la mamma non gliela mai raccontata??
60gandalf

Ross ha detto...

Ah ah! Stavo per scriverti qual è il punto che mi è piaciuto di più, ma mi accorgo di non saper decidere... :D
Buon week-end!

Cate ha detto...

L'architetto è il migliore amico dell'uomo...
E' degli ingegneri che conviene diffidare:
Per distinguerli dalla folla basta individuare quelli in giacca e camicia celeste...
Provare per credere.

MariCri ha detto...

Prevedo una lunga battaglia tra Cate e Gandalf, io mi assegno il ruolo dell'arbitro, per la tifoseria, lascio a voi libera scelta!

Ciao ross, sono contenta che tu abbia risolto i problemi con il malefico pc...il tuo umorismo cominciava a mancarmi, ma mi sono rifatta leggendo il tuo meme!

Baol ha detto...

Penso che va di moda parlare di architetti sui blog :D
Comunque mi hai fatto veramente ghignare, grazie :)

ps
ti ho linkata :)

Alexiev ha detto...

Lindo trabajos...

Saludos desde Buenos Aires...

http://www.alexiev.com.ar
Alexiev Store

nightfairy ha detto...

eheh..io conoscevo una cosa del genere sugli ingegneri!Troppo forti questi punti, mi hai fatto ridere: ce n'é sempre bisogno! :)

roberta82 ha detto...

Cavolo...meno male che io mi sto laurando in Biologia Cellulare e Molecolare.... Non credo che potranno esserci così tanti luoghi comuni per me, vero?
^____^
Comunque, splendido il post sugli architetti...mi sono fatta 2 risate!

MariCri ha detto...

Baol, ma grazie! comunque è vero, va di moda (s)parlare di questi poveri e bistrattati architetti...

Alexiev, thank you for your visit. I visited your blog and I think you are a great artist.

Roberta, in effetti mi metti in crisi...anche perchè conosco solo una persona che fa la biologa! Ma, mai dire mai... ;)

Mimmo ha detto...

ahahahaha....esilarante!
é anche confortante...visto che tutti sputtanano sempre i sociologi! :)

AndreA ha detto...

Esilaranteeeeeee!!!!
Effetivamente sono un po' strani questi architetti!!
Ma forse ogni categoria lo è a suo modo...
Un abbraccio, a presto!! ;-)

Anonimo ha detto...

x cate - cosa sono le giacche?
x maricri - no.. nessuna battaglia... gli architetti vanno difesi e protetti... se no su chi le raccontiamo le storielle in cantiere????

Tre tizi sono seduti al bar e bevono come dannati.
La discussione si sposta su chi abbia creato la donna.
Il primo afferma che ella e' opera di un artista, il secondo ribatte che e' opera di un benefattore, il terzo conclude che e' opera di un architetto, o meglio, di un urbanista.
Gli altri due gli chiedono come mai e lui risponde: "Secondo voi chi altri avrebbe potuto progettare il parco giochi cosi' vicino allo scarico della fogna ?"

Un medico può seppellire i suoi errori, un architetto può solo consigliare di far crescere dei rampicanti. (Wright)
60gandalf

MariCri ha detto...

Gandalf, la seconda freddura si riallaccia perfettamente ad uno dei punti della mia "black-list"! :)
Per la par condicio:
3 amici trovano 3 piccole rane, le raccolgono e si accorgono che sono rane magche, perchè le bestiole cominciano a parlare.
La prima rana dice al tizio che la tiene in mano: -Se mi baci mi trasformerò in una bellissima principessa!-.
Il tizio bacia la ranocchia che...pof! Diventa una bella fanciulla bionda con gli occhi azzurri e si allontanano insieme.
La seconda ranocchia, dice al tizio che l'ha raccolta: -Se mi baci mi trasformero in una bellissima principessa!-.
Il tizio bacia la ranocchia che...pof! diventa una bella fanciulla mora con gli occhioni verdi e se ne vanno insieme.
Il terzo ragazzo è un ingegnere. la sua ranocchia gli dice: -Se mi baci diventerò una bellissima principessa!-.
Il ragazzo continua a guardare la rana affascinato, ma non la bacia.
La rana gli ripete: -Se mi baci diventerò un bellissima principessa e staremo sempre insieme!-.
Il ragazzo niente, mette la rana in tasca e si allontana fischiettando.
La rana spazientita comincia gridare: -Ma insomma, ti sto dicendo che se mi baci mi trasformerò in una bellissima principessa, starò sempre con te e farò tutto quello che vuoi, e tu...non mi baci??!-.
Il ragazzo tira fuori la ranocchia e le risponde: -Scherzi??! una rana che parla è troppo una figata!!!-.

A presto! ;)
MCri

Anonimo ha detto...

Maricri, ma di ragazze bellissime ce ne sono (ce ne siete) a iosa, vuoi mettere incontrare una rana che parla!!! :-))

a proposito di "rampicanti sulle case":

Una nota casa automobilistica italiana invia alcuni designer in Giappone per vedere come si realizza la Qualità Totale.
Visitano le enormi e modernissime catene di montaggio robotizzate e vedono gli operai che lavorano meticolosamente. Notano anche che alla fine della catena di montaggio un operaio chiude un gatto vivo dentro ogni bagagliaio e chiedono il perché di tale strano comportamento.
Viene spiegato loro che se il giorno dopo il gatto è ancora vivo, vuol dire che l'auto non è a tenuta stagna e deve essere ricontrollata.
I tecnici italiani tornano in patria e mettono a frutto quanto imparato.
Dopo un anno i giapponesi vengono in Italia per vedere come sono stati applicati i principi della Qualità Totale. Visitano le catene di montaggio automatizzate e robotizzate e notano che in fondo alla linea di montaggio un operaio infila un gatto in ogni macchina.
Incuriositi chiedono il motivo di tale azione e viene risposto loro: "Se domani il gatto non c'è più, cerchiamo il buco!"
60gandalf

markesa ha detto...

ciao maricri....cm va???

Baol ha detto...

Ma guarda che gli architetti sono utili...però se gli lasci il campo totalmente libero senza mettergli un freno ti postresti ritrovare con il bidè in verticale O_o

Buon weekend Maricri :D

spora ha detto...

Ee architette?p arliamone...
Secondo me siamo MOOOOLTO più avanti (nelle tua connotazione, purtroppo)

Il Mari ha detto...

Beh! Da muratore non professionista, figlio di un geometra che esercitava la professione per hobby (faceva anche lui tutt'altro nella vita), amico di muratori e operai che lavorano nei cantieri così come di architetti con la puzza sotto il naso... confermo tutto quello che hai scritto.
Ah ah ah... proprio vero tutto!
Dalla tipica tendenza politica allo scarabocchiare sui kleenex.
Comunque per realizzare casa mia non ho consultato nessuna architetto. Mi sono fatto guidare dallo spirito del geometra di mio padre e ho chiesto aiuto agli amici muratori.
;-)

Liz ha detto...

Mi sono proprio fatta due risate nel leggerti! Brava

MariCri ha detto...

Gandalf, io in passato ho lavorato in una grande fabbrica di automobili italiana (sono torinese, fai 1+1...), questa freddura avrebbe riscosso successo tra i colleghi del controllo qualità!

Baol, bidet in verticale? al salone del mobile di Milano, molto frequentato da architetti, credo di aver visto anche quello! (ma forse più volgarmente detto orinatoio!).
comunque, è vero, che mondo sarebbe sanza architetti? la loro creatività e quel pizzico di follia rende più allegra l'avventura di mettere su casa!

Spora, architette? mi viene in mente la pubblicità radiofonica di qualche anno fa con la Littizzetto che faceva "Antonietta architetta super-eroa"!

Il Mari, del resto, come dicevo i geometri sono i migliori amici dell'uomo, no? beh, forse un tantino troppo razionali, ma nessuno è perfetto! sono sicura che la tua casa sarà bellissima e che quando ci andrai ad abitare la sentirai infinitamente "tua"! :)

Liz, grazie...corro a farti visita! :)

Prescia ha detto...

ahahahaah...
bellissimo post....
e ti dirò...siccome sono un notaio....beh sono abituata a sentirmi dire che metto una firma e non faccio una mazza....
ogni professione ha le sue...
bellissimo post...
un kiss... ;)

Prescia ha detto...

p.s. ti ho linkata anche io...ciauuu...

Simona ha detto...

Ho un cugino architetto, ma non lo frequento abbastanza per sapere se si riconosce in questo esilarante ritratto. Glielo chiedo. Ti farò sapere ;-))))

Mat ha detto...

eh eh eh.... siccome sono ingegnere concordo pienamente con te!! (e sarebbe la seconda volta)
:)
Il nostro progettista deve essere lo stesso, diversi gli esecutori!
;)

Irene ha detto...

Bellissimo post! ciao

Urd ha detto...

Oddea...è tutto stramaledettamente vero!XD Ed io studio architettura, quindi ho a che fare con architetti tutti i giorni, ma mi impegnerò per NON diventare così...promesso!Anche se certe cose purtroppo...che vuoi farci,non lo facciamo mica apposta!XD

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Architettura

ecco, leggiti la definizione dello STUDENTE di architettura su nonciclopedia(l'aveva postata anche sul mio blog, ma questa è completa), è tutto VERISSIMO!


Un bacione immenso ;D

MariCri ha detto...

Prescia, i luoghi comuni sono duri da estirpare, coraggio! grazie per il link :)

Simona, attendo notizie sul cugino! :)

Mat, allora bisogna mettersi in salvo dai progettisti! :)

Irene, grazie! tornerò a trovarti presto, intanto salutami le Dolomiti, che mi mancano da morire(purtroppo da qui non le vedo!).

Urd, sapevo che saresti corsa a leggere, quasi-architetta che non sei altro! ;)
vado a vedermi il link che mi hai segnalato.

Anonimo ha detto...

senz'altro hai ragione ma è altrettanto vero che conosco responsabili qualità di tutte le lauree e anche le barzellette sono spesso adattate ad uso dell'occasione. Come la seguente, in realtà ci puoi mettere qualsiasi professione ed adattare a seconda di chi hai davanti, con lo spirito di riderci sopra insieme.

Un uomo vuole cambiare il suo cervello. Va in una clinica per trapianti di cervello e gli fanno vedere il catalogo: cervello di matematico 20 euro al chilo, cervello di biologo 30 euro al chilo, cervello di medico 40 euro al chilo. Poi vede: cervello di architetto 1000 euro al chilo. Stupito, chiede alla segretaria:
"Signorina, perché il cervello di architetto costa così tanto?"
"Ma lei lo sa quanti ne dobbiamo ammazzare per metterne insieme almeno un chilo?"
60gandalf

Anonimo ha detto...

Nel pomeriggio di venerdì 16 novembre p.v. (h. 15.30), presso l'Atrio
della Facoltà di Ingegneria di Pian di Massiano, l'architetto Riccardo
Blumer terrà una lezione-show titolata "BLUMER & FRIENDS. Esercizi
Fisici di Architettura". Nell'occasione Blumer disserterà sulle
valenze estetiche delle strutture realizzate con materiali alimentari
(uova, spaghetti ecc.) e indagherà (non senza una vena d'ironia) il
rapporto tra masse leggere e capacità delle stesse di supportare
carichi distribuiti, suffragando le proprie considerazioni con
esperimenti (veri e propri "esercizi fisici di architettura") condotti
dal vivo.
Blumer, cittadino svizzero ma laureato al Politecnico di Milano, è
allievo di Mario Botta, è docente presso l'Accademia di Architettura
della Svizzera Italiana di Bellinzona e ha ottenuto riconoscimenti
prestigiosi nel campo del design: "Design Preis Schweiz" (1997),
"Compasso d'Oro" (1998), "Catas" (1999), "Observeur du Design" (2000).
I suoi progetti (torri per uffici a Cinisello Balsamo) e i suoi
prodotti di design (sedia "LaLeggera") sono pubblicati sulle
principali riviste specializzate internazionali.

Da povero ingegnere ignorante e ascoltatore di Radio 105... "A COLAZIONEEEEEE"

60gandalf

rutger ha detto...

siccome sono una rchitetto e quasi un designer...sto ridendo da 5 minuti e mi rivedi in almeno 22 o 23 punti ahahahahhahahaha

MariCri ha detto...

Gandalf, ma allora sei perfido! ;) Guarda che non rispondo di eventuali attacchie terroristici da parte di architetti inferociti!

Rutger, grazie per la tua visita...sei capitano nel post giusto! (ok, scusa la battuta pessima!). Ricambiola visita al più presto. :)

mirastelle ha detto...

Sono un architetto e lavoro anche nei cantieri. Sono di sinistra e soffro solo di razzismo culturale. Se vedi qualcuno che si gratta le palle alla scrivania e si annusa le dita, leggi il suo biglietto da visita ( e dopo lavati le mani): o è ingegnere oppure è un geometra (sottospecie di ingegnere che ha studiato di meno ma similmente evoluto). E la mela ogni tanto mangiatevela al posto della porchetta: non fa male al fegato, aiuta a ridurre i gas intestinali e a combattere la forfora...

mirastelle